Il borgo di Hône
Home > Scoprire

Hône

Il borgo di Hône (364 m s.l.m.) è circondato dalle montagne, è situato a nord della Dora Baltea, all'imbocco della valle di Champorcher, ed è delimitato ad est dal torrente Ayasse e dalla chiusa di Bard.

Hône venne abitato già durante l'Età del Bronzo e l'Età del Ferro. Sono, infatti, stati ritrovati dei rifugi scavati nella roccia, chiamati balme, e delle pietre coppellate, ossia pietre scavate da incisioni a forma di coppa a cui è stato attribuito un significato religioso.

Nel borgo di Hône si trova l'antica chiesa di San Giorgio, descritta in una bolla di Papa Alessandro III del 1176, nel cui interno si trovano alcuni manufatti di valore artistico, come i tre altari lignei dorati, il pulpito intagliato in legno di noce con la leggenda di San Giorgio, e la splendida cantoria intagliata e decorata con cariatidi.

Da Hône partono numerosi sentieri che raggiungono luoghi panoramici, come il belvedere di Pourcil e la Serra di Biel, mentre per gli appassionati dell’arrampicata su roccia ci sono le "Placche di Oriana", due pareti rocciose che contornano il Col Courtil.

Nel borgo di Hône l'8 dicembre si celebra la Feuhta de la micòoula, festa del pane dolce tradizionale locale, che è stato definito nell'anno 2011 come Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T) dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.